Il martedì dopo Pasqua ed il ritardo cronico! The Band - The Band (1969)

Home Sweet Home

Sarà il dover cambiare ora, sarà le mille cose lasciate da fare nel weekend, soprattutto in cucina (hai voluto spentolare? e mo' pulisci!), ma questa mattina di arrivare puntuale in negozio proprio non se ne parla.

Ma torniamo a noi: è una splendida giornata, ho mille cose da fare in negozio e la giusta colonna sonora per la vera prima giornata di primavera.

Forse uno degli album più grandi di sempre, anche se qui da noi non se n'è parlato mai tantissimo. E' il disco di una band, anzi no, siamo precisi: è il disco "della Band", perchè come loro non ce ne sono stati altri, ed allora è giusto chiamarli "La Band", l'unica e sola.

Tornato da pranzo torno al post ed al disco: forse non sarà pieno di pezzoni come il loro primo album Music from the Big Pink del '68, quindi niente Tears of Rage, The Weight o I Shall Be Released. E' un disco diverso, non è stato registrato nella grande casa rosa di Woodstock ma in California, è un disco forse più allegro, o almeno così è quello che racconta al mio cuore. 
E poi ci sono The Night They Drove Old Dixie Down e Up On Cripple Creek, che sfido qualsiasi altro gruppo che voglia chiamarsi "Band" a scrivere, e vi assicuro al giorno d'oggi non ce ne sono in giro tante. E non dico di scrivere canzoni come The Weight, perchè di pezzi come quello non ne scrive più nessuno.

Forse un giorno farò un lungo post sulla "Band" e su come il mondo della musica sia cambiato insieme a loro, da Woodstock all'Ultimo Walzer (The Last Waltz), ma ora devo anche tornare a lavorare, o almeno a fare finta. 

Per cui Buon Pomeriggio Guapos!

The Band - The Band (1969)

The Band - The Band (1969)